- Monday 2014/9/22 16.10.36  

ATTIVITA' SPERIMENTALE

Consulta l'Archivio    
ATTIVITA' SPERIMENTALE
    

 

Sezione Radioastronomia: osservazione radio Perseidi

 
L'attività dello sciame meteorico delle Perseidi, censita tramite osservazione radio, si è rivelata modesta.

-----

Cari amici, questa notte e qusta mattina (13 agosto 2014), in corrispondenza del momento di massima attività, ho effettuato l'osservazione radio dello sciame meteorico delle Perseidi con il mio ricevitore Yaesu FRG-9600, collegato ad un'antenna Vimer B-159 e sintonizzato in SSB per ricevere il radar GRAVES.
Allo scopo di ottenere i dati di tutta la notte, tramite computer collegato al ricevitore, ho avviato una registrazione. Purtroppo, a causa di un inspiegabile riavvio del computer, da me scoperto alle ore 6:30, la registrazione non è stata archiviata, tuttavia sono in grado di fornire i dati tra le ore 24 e le ore 2 e tra le ore 7 e le ore 8 (ora estiva).
Ecco cosa ho ricevuto:
0:26 1 ping debole + 1 ping debole di circa un secondo
0:46 1 ping debole
1:01 1 ping debole
1:02 1 ping di media intensità di circa un secondo
1:03 1 ping debole
1:04 1 ping debole di circa un secondo
1:07 1 ping debole
1:11 1 ping debole
1:12 1 ping debole di circa un secondo + 1 ping debole di circa due secondi
1:24 1 ping di media intensità di circa un secono
1:46 1 ping debole

7:19 1 ping debole
7:49 1 ping debole
7:55 1 ping debole
7:57 1 ping debole di circa un secondo

Non ho proprio la più pallida idea di cosa abbia causato il riavvio del computer.
Posso aggungere che, sicuramente, intorno alle ore 2:50 è stato ricevuto un ping forte perchè l'ho udito distintamente quasi sobbalzando.

Come si può vedere, l'attività di questo sciame, o se non altro, quella censita tramite osservazione radio, è risultata piuttosto modesta (se confrontata, per esempio, con quella rilevata durante l'osservazione radio fatta per le Quadrantidi). Se ricordate, è la stessa impressione che avemmo l'anno scorso e questo diede lo spunto al nostro socio Franco Ruggieri per un ragionamento di tipo geometrico sulla direzione dei segnali e e quella di puntamento dell'antena direttiva Yagi, usata allora.
Saluti.
--
Gino Di Ruberto,
Co-Segretario Culturale Unione Astrofili Napoletani,
335.8414439.



Pubblicato il 13/08/2014 alle ore 09:54:40

. o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o .


 

Club 100 Asteroidi

 
Altro piccolo passo verso la cifra tonda

-----

La notte tra sabato e domenica ci siamo dati appuntamento in Osservatorio.
Ancora una volta determinati.
Ancora una volta ad un orario non proprio "comodo".

Appuntamento infatti a mezzanotte, per beccare qualche altro sassolino ed avvicinarci al traguardo, sempre quello, ormai diventato un'ossessione.
Parlo ovviamente della sfida lanciata dalla rivista Coelum, chiamata il Club dei 100 Asteroidi, proprio perchè prevede l'osservazione dei primi cento asteroidi catalogati.

Per quanto ci riguarda, siamo ormai agli sgoccioli della nostra maratona fotografica. Nei mesi passati ne abbiamo viste tante, con non poche difficoltà; ma gli obiettivi che ci restano non sono tra i più semplici ed ormai andare via al sorgere del Sole è diventata un'abitudine.

E' così quindi che l'altra notte siamo riusciti a portare a casa altri due centri: 46 Hestia e 66 Maja, con i quali, raggiungiamo quota 97, portandoci in testa alla classifica.

Queste foto, cosi come tutte le precedenti, le troverete nella nostra galleria, all'indirizzo:
http://lnx.unioneastrofilinapoletani.it/galleriaUAN/main.php?g2_itemId=9272

Gli ultimi 3 si faranno attendere un bel po', ma ormai è chiara l'antifona, e lo avranno capito persino loro:
li aspettiamo al varco!


Pubblicato il 21/07/2014 alle ore 21:11:48

. o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o .


 

Sezione Radioatronomia

 
Eseguita altra prova di calibrazione con un ricevitore Degen DE1103

-----

Ciao a tutti.
Ieri, 12 luglio 2014 alle ore 10, la Sezione Radioastronomia si è riunita.
Eravamo presenti Filippo Bove, Edgardo Filippone, Luigi Candurro, Mattia
Barbarossa e io.
Dopo l'esito negativo della prova di calibrazione eseguita lo scorso 26
giugno con un ricevitore Sangean ATS-909, dimostratosi abbastanza schermato
dai disturbi prodotti dai cellulari ma ben poco dai disturbi prodotti dalla
rete elettrica, abbiamo provato il ricevitore Degen DE1103 portato da Luigi.
Nonostante il prezzo inferiore al Sangean, esso si è dimostrato ben schermato sia dai disturbi prodotti dai cellulari che da quelli prodotti dalla rete elettrica: per esempio, agendo sul variatore di luce, non si ascoltava alcun rumore di alternata (come era accaduto con il Sangean). La prestazione del ricevitore Degen è stata quasi sovrapponinile a quella del mio ricevitore AOR AR 8600 Mk2.
Considerando che quest'ultimo ha un costo di 700 euro o superiore, mentre il Degen è stato pagato da Luigi circa 50 euro (anche se Edgardo ha visto su Internet che un rivenditore di Casalnuovo lo vende a circa 280 euro), il Degen potrebbe essere una valida alternativa al ricevitore autocostruito suggerito dal sito della NASA.
 
Alla luce di tutto questo, abbiamo deciso di:
1) se si deve procedere all'acquisto di un ricevitore, può convenire proprio
acquistare il Degen, viste le prestazioni accettabili nonostante il prezzo
contenuto
2) per partire, prima di un eventuale acquisto, proveremo con il ricevitore autocostruito (nonostante il parere contrario dello scrivente),
con due opzioni:
- quando il sistema sarà in funzione, o si inviteranno i soci a spegnere i
celluari entrando in sede, o a lasciarli nella parte di sede poco distante
dalla porta di ingresso
- oppure verranno ignorati i dati ottenuti durante le ore in cui ci sono
attività in sede
 
Verso la fine, abbiamo anche provato gli effetti dell'accensione del
computer portatile della sede: contrariamente a quanto creduto in un primo
momento in cui un cavo non era stato inserito nel modo corretto, si è visto
che il computer non influisce negativamente sui ricevitori.
 
Poichè, nel frattempo, si erano fatte le 13:30, non è stato più installato
il tubo corrugato giallo intorno agli ultimi tiranti ancora scoperti.
Inoltre, poichè il corrugato giallo arriva fino a terra, abbiamo pensato
che, tutto sommato, le bandierine sui picchetti non sono necessarie e ne
abbiamo messe solo alcune in alto, legate ai tiranti ancora scoperti.
Il corrugato giallo ed alcune bandierine sono state lasciate in sede e, le
prossime volte, verranno impiegati.
 
Saluti.
--
Gino Di Ruberto,
Co-Segretario Culturale Unione Astrofili Napoletani,
335.8414439.


Pubblicato il 13/07/2014 alle ore 13:23:36

. o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o .


 

Sezione Luna

 
Nuove riprese per la Sezione Luna: i domi di Arago

-----

Il 3 luglio si è riunita la sezione Luna per effettuare le riprese dei domi di Arago, che pur non essendo proprio al terminatore lasciavano osservare la propria ombra. Si tratta di domi abbastanza grandi e quindi facilmente osservabili anche in condizioni non ottimali.

Le riprese sono state effettuate con la DMK al fuoco diretto del C11 ottenendo un'immagine non molto nitida a causa della scarsa altezza sull'orizzonte della Luna.

E' stato calcolato che la DMK al fuoco diretto del C11 ha una scala dell'immagine di circa 0.428 arcosecondi per pixel che tradotto in km sul suolo lunare fa circa 800 mt.
Con l'interposizione della barlow è stato ottenuto un valore di 0.168 arcosec/pixel, ma si è visto che per l'utilizzo della barlow sono necessarie serate con seeing di almeno 2 (Antoniadi).

Appuntamento quindi alla prossima volta, nella speranza di avere un seeing decisamente migliore


Pubblicato il 06/07/2014 alle ore 20:22:29

. o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o .


 

Maratona De Gasparis

 
Finalmente conclusa la Maratona De Gasparis cominciata ormai quasi due anni fa

-----

Come potete vedere a questo indirizzo
http://lnx.unioneastrofilinapoletani.it/galleriaUAN/main.php?g2_itemId=9272
nella nostra galleria sono state aggiunte le foto di tutti gli asteroidi fotografati finora!

Con l'aggiunta di 83 Beatrix (che tanto ci ha fatto penare negli ultmi mesi), possiamo finalmente dichiarare conclusa la Maratona De Gasparis.

Infatti, da un po' di tempo, ci eravamo posti l'obiettivo di rendere onore ad un grande astronomo del passato, Annibale De Gasparis, fotografando tutti gli asteroidi scoperti da lui dall'Osservatorio di Capodimonte, più precisamente proprio dalle cupole che l'UAN utilizza ancora oggi.

Di seguito trovate l'elenco, con le date in cui siamo riusciti a beccarli:

10 Hygiea -> 09 settembre 2012

11 Parthenope -> 09 settembre 2012

13 Egeria -> 28 ottobre 2012

(14 Irene -> 07 giugno 2013)

15 Eunomia -> 15 maggio 2014

16 Psyche -> 21 maggio 2014

20 Massalia -> 26 settembre 2012

24 Themis -> 21 settembre 2012

63 Ausonia -> 6 gennaio 2013

83 Beatrix -> 23 giugno 2014

 

Come vedete dall'elenco è presente anche Irene, anche se la scoperta è attribuita a John Russell Hind; infatti la storia ci racconta che De Gasparis osservò Irene in maniera indipendente, ma solo 4 giorni dopo l'effettiva scoperta.

Inoltre, grazie alla collaborazione della sezione Luna, abbiamo fotografato anche la rimae ed il cratere a lui intitolati.

Insomma, nel nostro piccolo, abbiamo cercato di rendergli onore, affrontando un'impresa non semplice, nonostante le strumentazioni disponibili al giorno d'oggi.



Pubblicato il 27/06/2014 alle ore 22:29:51

. o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o . o O o .


UAN versione 2.0 - UAN © 2005-2014